Autore: Sara Tamisari

Apple - iPhone - Samsung

3
Ott

iPhone X: quanto costa alla Apple?

Manca poco all’uscita di iPhone X e il prezzo di listino è di 1.189€, ma quanto paga Apple per la sua produzione?

iPhone X uscirà il 3 novembre e il prezzo di listino si aggira attorno ai 1.189€, dato il prezzo così elevato ci siamo chiesti, quanto paga Apple per la produzione del suo top di gamma? Ecco la risposta!

Non è proprio Apple

Non tutti sanno che per la produzione di iPhone X casa Apple non si è affidata a mezzi propri, per lo meno non in tutto e per tutto, sono giunte infatti novità riguardo ad alcuni componenti del top di gamma della piccola mela.

Innanzitutto, per riuscire a realizzare la transizione dai pannelli LCD agli OLED Apple ha deciso di affidarsi alla sua storica rivale, ovvero la casa sudcoreana Samsung che si è resa disponibile a creare i display secondo le direttive Apple al modico prezzo di 80$ l’uno!

Giungono anche voci che sia sempre Samsung a occuparsi della creazione della batteria e dei condensatori di iPhone X, questo significa un enorme guadagno per Samsung pari a circa 110$ per ogni iPhone X prodotto.

Come aggiunta, la memoria NAND da 256 GB è stata invece affidata a Toshiba che avrà anch’essa un buon guadagno per ogni iPhone X creato.

Insomma, questo nuovo top di gamma non è interamente Apple, nonostante il progetto sia comunque di proprietà della casa americana, anche se a conti fatti alcune componenti sono state create da altre case di produzione.

Ma quanto lo paga Apple?

Se si escludono tutti quei soldi che girano attorno all’iPhone X e a tutti i prodotti Apple, ovvero i vari stipendi dei dipendenti, costi di spedizione vari, tasse ecc... e ci si concentra soltanto sui costi di produzione, l’iPhone X verrebbe a costare, a casa Apple, circa 416$ che con il cambio sarebbero 346€.

Una cifra modica rispetto al prezzo di listino a 1.189€, ci sono ovviamente degli appunti da fare: bisogna aggiungere le tasse e soprattutto la fatidica IVA italiana, bisogna aggiungere anche tutti i costi aggiuntivi che Apple deve pagare, ma anche aggiungendo dei dobloni d’oro il prezzo iniziale di iPhone X supera di gran lunga tutti gli altri top di gamma delle altre case di produzione.

Apple potrebbe star facendo il passo più lungo della gamba, ma avrà sicuramente le sue buone motivazioni per proporre un prodotto a un prezzo così elevato. Intanto non resta che attendere il 3 novembre e vedere se nonostante il prezzo, l’esordio di iPhone X sarà positivo.