Autore: Grazia Tomasello

Bonus Assunzioni - Garanzia Giovani - Incentivi assunzioni

27
Feb

Garanzia Giovani 2018, requisiti, bonus e agevolazioni

Garanzia Giovani 2018, è stato attivato il piano di incentivi e bonus che il Governo ha stanziato per i giovani. Quali sono i requisiti e le agevolazioni? Leggi di seguito per scoprirlo.

Garanzia Giovani è il programma europeo partito nel primo semestre del 2014 con l’obiettivo di aumentare l’occupazione per i giovani tra i 16 e i 29 anni, all’interno della fascia critica dei cosiddetti NEET (acronimo per Not engaged in education, employement or training), ovvero chi non studia, non lavora e non cerca un impiego.

Il progetto, finanziato con fondi statali ed europei (costato finora all’Italia più di un miliardo e mezzo di euro), ha riscosso subito un enorme successo e i ragazzi registrati sono stati finora circa un milione e mezzo, un terzo dei quali concentrati nelle regioni della Campania, Puglia e Sicilia.

Garanzia Giovani 2018, bonus e agevolazioni

Con la nuova Legge di Bilancio 2018, il Governo, ha previsto per i datori di lavoro che assumono un NEET, le seguenti agevolazioni:

  • sgravi del 100% se si somma il bonus assunzione 2018;
  • sgravi del 50%.

Il bonus garanzia giovani 2018, è riservato alle aziende, imprese e società che assumeranno giovani con le seguenti tipologie contrattuali:

  • contratto a tempo determinato o in somministrazione per 6-12 mesi;
  • contratto a tempo determinato o in somministrazione superiore a 12 mesi;
  • contratto a tempo indeterminato;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

Gli sgravi al 100% verranno dati se si assumono giovani:

  • iscritti al programma Garanzia Giovani con estensione dell’Incentivo Occupazione giovani, l’esonero contributivo sarà del 100% nel primo anno e del 50% nei 2 anni successivi con un tetto massimo di 3.000 euro;
  • giovani e disoccupati al Sud con l’incentivo occupazione SUD oltre alla Garanzia Giovani, valido quindi solo per le aziende che hanno la sede nelle seguenti regioni: Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise, Sardegna;
  • assunzione con contratto di apprendistato o di primo o di terzo livello, all’interno dell’alternanza scuola lavoro o se vengono assunti entro 5 mesi dal titolo di apprendista; in questo caso l’esonero contributivo al 100% è valido per 3 anni, ma con un massimo di 3.000 euro annui.

Bonus Garanzia Giovani 2018, i requisiti

Il requisito fondamentale che le imprese devono avere per fruire delle agevolazioni di assunzione NEET 2018, è quello di assumere un giovane iscritto al programma Garanzia Giovani, al quale occorre registrarsi seguendo le istruzioni sul sito ufficiale.

Il giovane deve quindi risultare iscritto al programma Garanzia Giovani, avere un’età compresa tra i 16 e i 29 anni, appartenere alla categoria NEET.
Dopo l’iscrizione, il giovane è convocato presso i Centri per l’impiego o da un soggetto privato accreditato, per una serie di colloqui individuali al fine di:

  • concordare un percorso personalizzato e finalizzato alla ricerca occupazionale;
  • attribuire al giovane una classe di profilazione, ossia, un indice fatto in base alle informazioni ricevute e il grado di difficoltà riscontrato dal giovane nella ricerca di un lavoro. Nello specifico le 4 classi di profilazione sono:
  1. difficoltà BASSA;
  2. difficoltà MEDIA;
  3. difficoltà ALTA;
  4. difficoltà MOLTO ALTA.

Una volta terminati i colloqui, l’iscrizione del giovane viene presa in carico dal centro l’impiego o dal soggetto privato accreditato, e tutte le informazioni vengono inviate per via telematica al Ministero del Lavoro e alle Regioni interessate. La formazione è gratuita, i tirocini sono rimborsati per due terzi dallo Stato.

In caso di assunzione, grazie al bonus assunzioni giovani, il datore di lavoro potrà assumere con degli incentivi, la cui misura erogata dall’INPS, varia a seconda del tipo di contratto, durata contrattuale e classe di profilazione.

Come richiedere il Bonus Garanzia Giovani?

Il datore di lavoro deve presentare all’INPS la domanda preliminare del bonus, indicando le informazioni basilari:

  • il nome del lavoratore;
  • il tipo di contratto o trasformazione del contratto da determinato a indeterminato;
  • la regione e la provincia dell’azienda.
    La domanda va presentata mediante l’apposito modulo di istanza on-line chiamato GAGI, scaricabile dal sito INPS in DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente.

Una volta inviata la domanda del bonus Garanzia Giovani 2018, l’INPS verifica sul portale del Ministero del Lavoro i requisiti del lavoratore (se è iscritto al programma e la classe di profilazione), i requisiti del contratto e del datore di lavoro, e in base a queste informazioni formula l’importo economico dell’incentivo in base alla disponibilità dei fondi.

Infine l’INPS invia una comunicazione al datore di lavoro il quale, entro 7 giorni, dovrà procedere all’assunzione o alla trasformazione del contratto da determinato a indeterminato ed entro 14 giorni lavorativi dalla comunicazione, il datore di lavoro deve dare conferma all’INPS dell’assunzione tramite l’apposita applicazione che sarà presente su DiResCo.