Autore: Giulia Mirimich

Moda - Primavera

5
Apr

Come vestirsi per un matrimonio in primavera: 5 semplici regole

Vestirsi per un matrimonio non è mai facile, soprattutto in primavera. Ecco 5 semplici regole da tenere a mente per avere un perfetto outfit da matrimonio.

Da aprile ha inizio la stagione dei matrimoni primaverili: chi di noi non riceve ogni anno l’invito ad un matrimonio in primavera? E puntualmente la domanda che ci si pone è: come vestirsi?

Vestirsi per un matrimonio sembra facile ma non lo è. Per riuscire nell’impresa, scegliere cosa indossare e avere un perfetto look da invitata basta seguire 5 semplici regole e il risultato è garantito.

Per il vostro outfit da matrimonio infatti dovete avere alcune accortezze che, per quanto note siano, non sempre sono scontate. Innanzitutto, prima di lanciarvi e fare acquisti, consultate gli sposi per sapere se ci siano particolari richieste, anche se queste di solito vengono comunicate nell’invito.

Sono sempre più diffusi infatti i matrimoni a tema, nei quali ci si veste tutti seguendo le indicazioni date dagli sposi. Ma qualora non fosse così e gli invitati abbiano carta bianca su cosa indossare, allora è meglio tenere a mente alcuni consigli.

  • aspettare prima di fare acquisti: il meteo primaverile è sempre molto poco affidabile, dunque acquistare con largo anticipo un vestito per un matrimonio in primavera è un vero azzardo. Comprare un paio di sandali e poi scoprire che il giorno del matrimonio diluvierà potrebbe rovinare il vostro intero outfit, dunque meglio aspettare, incominciare a fare un giro un mese prima per avere qualche idea e poi comprare un vestito quando sarete abbastanza sicure del meteo;
  • avere sempre una seconda opzione: come già detto, il meteo potrebbe giocare brutti scherzi. Le temperature potrebbero essere dalla vostra e permettervi di sfoggiare un abito smanicato così come potrebbero rovinare i vostri piani. Per questo è sempre meglio preparare una seconda opzione in caso qualcosa non andasse come avevate sperato.

Come vestirsi per un matrimonio: 5 semplici regole per un outfit perfetto

Ma veniamo al vestito in sé: come vestirsi per un matrimonio? Quali sono le regole da tenere a mente?

  • il colore: come tutti sappiamo, ad un matrimonio non ci si veste mai né di bianco né di nero. Il bianco è infatti il colore riservato esclusivamente alla sposa e, nonostante oggi moltissime spose scelgano di non indossare un vestito bianco, soltanto lei può indossarlo quel giorno. Il nero, come facilmente intuibile, non è soltanto il colore che nella cultura occidentale riconduciamo al lutto, ma è anche il colore meno primaverile che esista. Certo, se il matrimonio è di sera un abito scuro è sempre una scelta giusta, ma preferite i toni del blu;
  • la lunghezza: quando si va ad un matrimonio si deve essere consapevoli che non ci si può vestire come quando si va in discoteca. Indossare abiti eccessivamente corti o troppo scollati sarebbe fuori luogo, vi farebbe risultare volgare e potrebbe mettervi a disagio. Meglio optare per qualcosa di lungo che copra le gambe così da poter osare un po’ di più magari scoprendo la schiena o le braccia. La parola d’ordine deve essere discrezione, che in questi casi diventa sinonimo di eleganza. Sì anche alla lunghezza midi, da portare rigorosamente con delle scarpe molto chic;
  • vestito o spezzato? Nella maggior parte dei casi, quando si pensa a come vestirsi per un matrimonio, viene automatico pensare e quindi cercare un vestito o una jumpsuit elegante. Se però volete cambiare, non volete acquistare l’ennesimo abito che poi chiuderete nell’armadio in attesa di avere un’altra occasione per indossarlo nuovamente, potete optare anche per uno spezzato. Una camicia di seta elegante dentro una gonna ampia, purché rigorosamente midi o maxi, oppure un top con dei pantaloni palazzo potrebbero essere una valida alternativa. E potrebbe risultare più facile riutilizzarli negli outfit quotidiani;
  • cosa indossare sopra: i matrimoni in primavera hanno l’incognita del tempo che di conseguenza determina anche l’indecisione sul cosa indossare sopra il vostro outfit. L’ideale, quando avete un abito o una gonna midi, ma anche con i pantaloni palazzo, sarebbe un trench lungo. Il trench è infatti un capo che riesce ad essere estremamente elegante pur facendo parte della quotidianità. Se invece avete un abito lungo, l’unica soluzione esteticamente conciliabile con il vestito sarebbe una stola da avvolgere intorno le spalle;
  • gli accessori: se avete scelto un abito particolarmente sobrio e discreto, potete sbizzarrirvi con gli accessori, in primis con le scarpe. Se la giornata lo permette sfoggiate un sandalo gioiello o una scarpa luminosa che non passi inosservata. Se invece siete costrette ad indossare una scarpa chiusa potete curiosare tra le tendenze primaverili in fatto di scarpe e trovare qualcosa di particolare che si abbini al vostro outfit da matrimonio. L’unica regola da tenere a mente in fatto di scarpe è che il plateau è severamente vietato perché risulta troppo volgare per la circostanza. Sì invece a micro pochette, non necessariamente abbinata alle scarpe, a collane o ad orecchini vistosi. Se avete i capelli particolarmente lunghi potete anche giocare con delle acconciature da impreziosire con applicazioni, fermagli o coroncine.