Autore: Elisabetta Elia

ATAC - Italia - Automobili

10
Ott

Come muoversi a Roma? Guida utile a turisti e fuori sede

Come muoversi a Roma quando non la si conosce per niente? Ecco una breve guida, utile a turisti e studenti fuori sede, ma anche a chi è di passaggio.

In molti, fra turisti e studenti fuori sede, una volta arrivati nella Capitale si chiedono come muoversi a Roma. La città, infatti, è famosa per essere caotica e poco gestibile con i mezzi pubblici, assediata dagli scioperi che avvengono almeno una volta al mese.

Una guida in questo caso può essere utile: sapersi organizzare e conoscere tutte le opzioni possibili può essere un grande vantaggio per una città estesa come Roma.

Muoversi a Roma con i mezzi pubblici

Molti non si fidano e preferiscono di gran lunga avere una macchina o un motorino con cui spostarsi nella Capitale. In realtà, una città grande come Roma, spesso congestionata dal traffico, non è così vantaggiosa per chi sceglie le automobili, che spesso si ritrovano a dover sostenere code immense e a cercare parcheggi per ore.

Stessa cosa si può dire per moto e motorini, ma per un altro motivo: si tratta di un mezzo poco sicuro in un traffico così scatenato. Guadagna in tempi e velocità, ma perde in sicurezza.

Per questo, per chi decide di affidarsi ai mezzi pubblici, ecco tre modi di muoversi nella Capitale:

  • Autobus e tram: gli autobus e i tram di Roma sono gestiti dall’Atac – un’azienda municipalizzata – e coprono gran parte del territorio della città. A volte capiterà di dover aspettare parecchio, ma ogni punto della città è raggiungibile grazie a questo mezzo. Zona universitaria (Sapienza, Roma Tre e Tor Vergata) e centro storico sono fra i punti meglio serviti. Zone di attesa di autobus: piazzale del Verano per gli studenti della Sapienza, piazza Venezia per il centro storico, Stazione Anagnina per gli studenti di Tor Vergata e Piazzale Ostiense per gli studenti di Roma Tre.
  • Metropolitana: al momento sono attive tre linee (A, B e B1) e l’ultima (metro C) è attiva solo in parte. La metro A copre il territorio a partire Battistini (zona nord-ovest) ad Anagnina (zona sud), mentre la metro B va da Rebibbia (nord-est) a Laurentina (sud). La metro B1, invece, quasi lo stesso tratto della B, con la differenza che ad un certo punto si biforca per andare ad ovest, verso la zona Conca d’oro – Ionio. La metropolitana di Roma forma una vera e propria croce, a cui presto si aggiungerà la metro C in partenza da San Giovanni (Roma centro-sud) e proiettata ancora più a sud di Anagnina.
  • Treni: molte persone non lo sanno, ma Roma dispone di un buon servizio di treni che permette di muoversi all’interno della città e che risulta un’ottima alternativa agli autobus e alle metro. Questi treni fermano in numerose stazioni all’interno di Roma: stazione Tiburtina, stazione Trastevere, stazione Valle Aurelia, stazione Monte Mario. Sono un po’ più lenti rispetto alla metro, ma sicuramente più comodi per raggiungere alcuni punti mal collegati della città.