Autore: Elisabetta Elia

iPhone - Apple - Samsung

4
Ott

Come funziona il Face ID della Apple?

Con il lancio del nuovo iPhone X, arriverà sul mercato anche il sistema di riconoscimento facciale. Ma come funziona il Face ID della Apple? Scopriamolo insieme.

La Apple ha già annunciato da tempo il nuovo modello iPhone X e con esso il nuovo sistema di riconoscimento facciale. Ma come funziona il Face ID della Apple progettato per il nuovo iPhone X? Sono in tanti, infatti, a porsi domande e ad avere dubbi sull’utilità e sulla sicurezza di questa nuova funzione.

Il Face ID, infatti, permetterà di sbloccare il telefono grazie ad un sistema di riconoscimento facciale del proprietario: si tratta quindi di una tecnica molto avanzata e ritenuta più sicura del semplice Touch ID o dello sblocco numerico.

Come funziona il Face ID?

Il funzionamento è facile: basterà guardare lo schermo del proprio cellulare per sbloccarlo. Questo sarà possibile grazie al sensore della fotocamera TrueDepth, che è in grado di ‘scannerizzare’ il volto del proprietario proiettando migliaia di punti infrarossi e, in sostanza, costruendo una mappa 3D collegata ad un’immagine del volto in 2D.

Il volto ‘creato’ viene inviato all’Enclave Sicura, dove è conservato il modello del volto del proprietario con cui è possibile sbloccare il telefono. Qui avviene il confronto fra le due mappature attraverso la comparazione di due modelli matematici collegati al volto: il sistema di riconoscimento facciale, a questo punto, permetterà lo sblocco del telefono.

Ma è davvero sicuro il sistema Face ID?

Le principali problematiche sollevate da questo nuovo sistema di sblocco sono quelle inerenti la sicurezza. È per questo che la Apple ha dovuto, in seguito alla polemiche, pubblicare un report in cui spiega dettagliatamente il funzionamento del sistema Face ID e il suo livello di sicurezza.

Ciò che si sono chiesti in molti è: potrà il sistema Face ID distinguere il mio volto da una semplice foto? Se ciò non fosse possibile, infatti, basterebbe una foto del proprietario per sbloccare un telefono ed accedere a tutti i suoi dati. Ma per fortuna Apple ha risposto negativamente: il sistema Face ID riconosce i volti e soprattutto gli occhi della persona che guardano in camera.

Qualcuno si chiederà: la privacy? Dove finiscono i dati dei nostri volti, vengono conservati da qualche parte? Qualcuno potrà vederli? Anche su questo la Apple dà risposte rassicuranti ai suoi clienti. Tutti i dati non vengono inviati da nessuna parte, se non nell’Enclave Sicura (che altro non è che un firmware che è all’interno del cellulare stesso) e, in ogni caso, sono crittografati. Inoltre, ogni volta che avviene il riconoscimento facciale, la memoria del volto usato per lo sblocco viene immediatamente cancellata.

E gli errori? Gli errori, ammette la Apple, esistono. Ma in questo caso si tratta di una possibilità su un milione.