Autore: Ilaria Roncone

28
Ago

Servizio civile 2018: oltre 53mila posti per giovani, ecco bandi e regole

Sono oltre 53mila i posti disponibili per il Servizio civile 2018 in Italia e all’estero. Vediamo i bandi e come fare domanda.

Anche quest’anno sono stati pubblicati i bandi relativi alle opportunità per i giovani nell’ambito del Servizio civile 2018. In tutto, tra opportunità in Italia e opportunità all’estero, sono disponibili 53.363 posti per i giovani tra i 18 e i 28 anni. La durata del servizio civile è di 12 mesi per quanto riguarda i progetti ordinari e di 8 mesi per i progetti sperimentali. Le persone che verranno assunte avranno un tetto minimo di ore da svolgere: per i progetti ordinari sarà necessario lavorare minimo 30 ore settimanali e 1400 ore nell’arco di un anno. Per o progetti sperimentali, invece, la soglia minima di ore lavorative è fissata a 25 nell’arco della settimana e a 1.145 in anno.

Servizio civile 2018: quanto si prende?

Per quanto riguarda la retribuzione, il servizio civile è notoriamente “volontario”, ma prevede comunque un rimborso. Ogni mese è previsto un assegno di 433 euro per i progetti in Italia. Per chi lavora all’estero, oltre a questa cifra, è prevista un’indennità giornaliera dai 13 ai 15 euro, a seconda del paese di destinazione.
Se il volontario risiede in un comune diverso da quello dello svolgimento del progetto, inoltre, è previsto un rimborso delle spese del viaggio iniziale e del viaggio finale che dovrà fare per raggiungere e venire via dalla sede lavorativa. I viaggi andranno effettuati col mezzo di trasporto più economico.

Servizio civile 2018: come fare domanda

La data di scadenza per presentare la domanda di partecipazione al Servizio civile 2018 è il 28 settembre alle 23.59 (in caso di consegna a mano alle 18). È possibile inoltrare la domanda anche via PEC o con raccomandata a/r.
Il primo passo per partecipare alla selezione è individuare il progetto per il quale si vuole fare domanda. I progetti sono in totale 5.403, come si legge sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Per facilitare la partecipazione dei giovani quest’anno è stato realizzato un sito appositamente dedicato al Servizio civile, www.scelgoilserviziocivile.gov.it, che utilizza un linguaggio semplice e adatto ai giovani così da aiutarli ad orientarsi e a compiere la scelta migliore.

Un momento unico di crescita per scoprire le proprie potenzialità

In merito al Servizio civili si è espresso Vincenzo Spadafora, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega a pari opportunità: “Il servizio civile rappresenta un momento unico per la crescita dei nostri giovani, per scoprire le proprie potenzialità, per entrare in contatto con il profondo senso di cittadinanza attiva e solidarietà sociale. Siamo molto felici di poter annunciare questo bando a seguito di una prima fase di consultazione con le principali organizzazioni e con la rappresentanza di volontari che svolgono attualmente progetti. Fin da subito, a cominciare proprio da questo primo bando, abbiamo accolto alcune istanze dei ragazzi. Tra queste, vi è l’esigenza di avere maggiore certezza nell’avvio dei progetti in modo da programmare la propria vita”. “Il mio impegno nei prossimi mesi, sarà volto proprio ad aumentare le occasioni di incontro e confronto con i 53.363 volontari in servizio, attivando strumenti di valutazione diretta e anonima da parte dei partecipanti, sviluppando strumenti digitali e non ma, soprattutto, immaginando occasioni di incontro tra i volontari che hanno concluso il servizio civile e i nuovi che partiranno” , ha poi concluso Spadafora.