Autore: Federica Ponza

Elezioni - Movimento 5 Stelle - PD - Forza Italia - Lega Nord

12
Giu

Ballottaggi elezioni amministrative 2017: quando e dove si vota di nuovo

Ballottaggi amministrative 2017: quando e dove si tornerà alle urne? I risultati delle elezioni amministrative 2017 hanno condotto la maggior parte dei capoluoghi al ballottaggio e i cittadini dovranno tornare nuovamente al voto. Vediamo dove.

Ballottaggio elezioni comunali 2017: quando e dove si vota di nuovo?
Arrivano i risultati delle elezioni amministrative 2017 che conducono gran parte dei 21 capoluoghi di provincia e dei 4 capoluoghi di regione al ballottaggio, dove a sfidarsi saranno per lo più centrodestra e centrosinistra.

La maggior parte dei candidati, infatti, non ha raggiunto il 50% più uno dei voti che servono a vincere al primo turno e si dovrà procedere alla seconda votazione, prevista per il 25 giugno.

Bisogna attendere ancora un po’, dunque, per conoscere i nomi dei nuovi sindaci delle principali città italiane, nella maggior parte delle quali il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo ha registrato un calo importante dei consensi, tanto da essere fuori da quasi tutti i ballottaggi dei comuni più importanti.

Ballottaggi elezioni amministrative 2017: i risultati

Mentre le previsioni dei sondaggi si realizzano, lasciando il Movimento 5 Stelle fuori da tutti i ballottaggi più importanti, la maggior parte dei capoluoghi di provincia e di regione si dovrà tornare al voto.

Poche le eccezioni: Palermo, dove Leoluca Orlando (candidato del centrosinistra) è stato confermato sindaco al primo turno; Cuneo, in cui la vittoria è quasi sicuramente di Federico Borgna (centrosinistra) che ha ottenuto il 60% dei voti e Frosinone, con Nicola Ottaviani (centrodestra) quasi al 70%.

Per il resto, i cittadini dovranno tornare alle urne quasi ovunque, in una sfida che - come hanno sottolineato in molti - riporta l’Italia al “voto tradizionale” e nella maggior parte dei casi vede fronteggiarsi centrodestra e centrosinistra.

I risultati, infatti, hanno restituito un quadro abbastanza netto: calo del Partito Democratico, ripresa del centrodestra (che riescono a giovare dell’alleanza Forza Italia e Lega Nord) e flop del Movimento 5 stelle.

Un M5S mai troppo forte nelle elezioni locali, che però paga anche diversi errori: l’amministrazione di Roma di Virginia Raggi in primis; le recenti vicende di Piazza San Carlo a Torino che hanno messo in difficoltà la sindaca Chiara Appendino; ma anche la vicenda di Marika Cassimatis a Genova e di Federico Pizzarotti a Parma.

Ballottaggi elezioni amministrative 2017: dove si vota di nuovo

Lo spoglio dei voti è ancora in corso, ma è già evidente quali candidati si affronteranno al ballottaggio del 25 giugno nelle maggiori città d’Italia. Vediamo tutti chi va al ballottaggio comune per comune.

Ballottaggio Verona

A Verona la sfida sarà tutta spostata a destra e vedrà a fronteggiarsi Federico Sboarina (poco più del 29%), candidato del centrodestra, e Patrizia Bisinella (23,5 % circa), compagna di Flavio Tosi e sostenuta da Fare! e da varie liste civiche.

Ballottaggio Parma

Il ballottaggio sarà tra il sindaco uscente Federico Pizzarotti (quasi al 35%), ex eletto M5S espulso dal movimento per un avviso di garanzia e che si è candidato con una lista civica, e Paolo Scarpa, candidato del centrosinistra. L’affluenza per queste elezioni è stata molto bassa, appena del 48,39%.

Ballottaggio Genova

A Genova, la città di Beppe Grillo, a sfidarsi saranno Marco Bucci, candidato del centrodestra (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, DI e lista civica) attualmente in vantaggio (38,70%), e Giovanni Crivello, candidato del centrosinistra che ha raggiunto quasi il 34% dei voti.

Ballottaggio Padova

La sfida sarà tra Massimo Bitonci, candidato del centrodestra che attualmente è in netto vantaggio con il 40%, e Sergio Giordani del centrosinistra, che si attesta al 29%.

Ballottaggio Taranto

A Taranto lo scenario è ancora incerto, ma la sfida sarà probabilmente tra centrodestra e centrosinistra, con la candidata Stefania Baldassarri (centrodestra) in vantaggio con il 21% che sfiderà il candidato Rinaldo Melucci del centrosinistra.

Ballottaggio Lecce

Anche l’altro capoluogo della Puglia sembra destinato al ballottaggio, che probabilmente vedrà affrontarsi Mauro Giliberti, candidato del centrodestra attualmente in vantaggio con quasi il 46% dei voti, e Carlo Maria Salvemini del centrosinistra, attualmente quasi al 29%.

Ballottaggio Monza

La sfida sarà anche qui tra centrodestra e centrosinistra, con i due candidati a pochissima differenza l’uno dall’altro: da una parte Roberto Scanagatti (centrosinistra) al 39,91%, dall’altra Dario Allevi (centrodestra) al 39,84%.

Ballottaggio Catanzaro

Per quando riguarda il capoluogo della Calabria, il candidato Sergio Abramo di Forza Italia arriva quasi al 40% e dovrà affrontare Vincenzo Antonio Ciconte, il candidato centrosinistra che si attesta intorno al 32%.

Ballottaggio L’Aquila

Centrodestra e centrosinistra si sfideranno anche a L’Aquila, in cui si andrà al ballottaggio tra Americo Di Benedetto (centrosinistra) attualmente in vantaggio con il 47% circa e Pierluigi Biondi, del centrodestra che si trova quasi al 36%.

Ballottaggio Lucca

Per il ballottaggio di Lucca, ad affrontarsi destra e sinistra, come in quasi tutte le altre città d’Italia: da una parte Alessandro Tambellini, candidato di centrosinistra con quasi il 38%, dall’altra il candidato centrodestra Remo Santini, quasi al 35%.