Autore: Marco Ciotola

WhatsApp - App - Video

12
Gen

WhatsApp: tutte le novità di inizio 2018

Messaggi vocali che non si cancellano se si riceve una chiamata, note video, nuove regolamentazioni sui gruppi e altro ancora. Ecco tutte le innovazioni della chat più famosa al mondo, WhatsApp.

Molte le novità in arrivo su WhatsApp, volte principalmente a introdurre migliorìe all’applicazione di messaggistica istantanea che, solo pochi mesi fa, ha superato abbondantemente il miliardo di utenti attivi al giorno.
Proprio per questo sono in arrivo e in corso di perfezionamento una serie di dettagli tecnici ed etici, in grado di perfezionare l’app.

I messaggi audio non si cancellano

In caso di ricezione di una chiamata durante la registrazione di una nota vocale, ci eravamo ormai rassegnati a dover ricominciare tutto da capo una volta abbassata la cornetta, anche se ci stavamo cimentando nella recita del Faust per il gruppo “Teatro”.

Ma con gli aggiornamenti di questo gennaio, già attivi per iOS, tutto il contenuto registrato fino all’arrivo della telefonata non andrà perso; resterà infatti in memoria, pronto da inviare una volta chiusa la comunicazione.

Sempre a questo proposito è in fase di sperimentazione – ancora per iOS – una preview dell’audio registrato. Altro discorso da fare sulla veste grafica delle note, completamente rinnovata, più semplice e intuitiva.

Quasi pronte le note video

Si aspettano, per la fine di questo gennaio, le nuovissime note che vedranno stavolta protagonista non solo la nostra voce, ma anche la nostra faccia.
Le note video, che esistono già su Telegram, consentiranno di scambiarsi reciprocamente clip appena registrate e condividerle con fluidità.

Passaggio da chiamate a videochiamate

In arrivo anche il pulsante che consentirà all’utente di passare con un solo click dalla chiamata alla videochiamata. Durante la conversazione, infatti, spunterà un pulsante per passare da una funzione all’altra senza bisogno di dover preimpostare la modalità a inizio dialogo.

Più potere ai gruppi

Nell’ottica dell’utilizzo sempre più massiccio che se ne fa, subiranno una vera e propria evoluzione in ambito di regole e etica i gruppi WhatsApp, che andranno maggiormente ad accostarsi ai ben più vasti gruppi presenti sugli altri social.

Come primo elemento verrà dato molto più potere al fondatore di un gruppo, autorizzato a nominare nuovi amministratori e inserire membri; non potrà più essere estromesso, inoltre, dagli altri amministratori.

Arriverà infine il cosiddetto “cartellino giallo”; questo consentirà proprio ad amministratori e fondatori di escludere per un determinato lasso di tempo un utente che si sia speso in commenti non nobili o attinenti, insulti o violenza verbale.

Caratteristica, quest’ultima, che mira certamente a fare un po’ d’ordine anche nella bagarre creata dai gruppi scolastici, troppo spesso al centro di vicende di bullismo o insulti gratuiti.