Autore: Marta Liberti

Nicola Zingaretti - Garanzia Giovani - Stage - Stipendio

10
Ago

Sale a 800€ il rimborso minimo per il tirocinio nel Lazio. Tutte le novità

Il rimborso minimo per il tirocinio nel Lazio arriva a 800€ e la durata massima sarà di 6 mesi. Ecco le novità stabilite dalla Regione.

Nel Lazio cambia il rimborso minimo per i tirocinanti che arriva a ben 800€ per i tirocini extracurriculari, ossia al di fuori del percorso di studi. Un aumento non indifferente se si pensa che in Italia il rimborso minimo per un tirocinante è di 300€.

La Regione Lazio ha però stabilito che per le ore svolte e il lavoro effettuato dai tirocinanti non può infatti avere un rimborso spese di poche centinaia di euro. Il compenso irrisorio sarebbe infatti un modo di schiavizzare i ragazzi che sarebbero sfruttati per le attività.

Il Lazio già nel 2013 aveva innalzato la soglia minima facendola arrivare ad un minimo di 400€. Adesso viene approvata una direttiva che è stata approvata dalla Giunta comunale del Lazio e che entrerà in vigore a partire del 1° ottobre 2017.
Lucia Valente, assessore al Lavoro e alle Pari Opportunità spiega così la misura:

Con un rimborso economico così basso e con un periodo così lungo il rischio è quello che si assista a uno sfruttamento del tirocinante. Il tirocinio è una misura di politica attiva finalizzata all’orientamento, all’arricchimento delle conoscenze e all’inserimento lavorativo e non deve mai sostituire un contratto di lavoro.

Riteniamo che 6 mesi siano un arco temporale sufficiente per garantire al tirocinante l’acquisizione delle competenze necessarie per la sua occupabilità. A fronte dell’inserimento in un’organizzazione produttiva, riteniamo necessario che al tirocinante, che può essere chiunque, dal giovane inoccupato al disoccupato adulto, sia corrisposto un contributo economico che sia dignitoso

Queste non sono le uniche novità dal momento che si cerca di aumentare le garanzie per le nuove figure che verranno inserite nell’azienda. Il tirocinio sarà quindi possibile per un massimo di 6 mesi, ad esclusione dei soggetti svantaggiati o con disabilità che potranno avere una proroga fino ad un massimo di 12 mesi.

I tirocinanti non potranno lavorare nelle ore notturne e per chi avesse più di 16 anni potranno esserci dei mini tirocini. Il Lazio ha infatti stabilito che per i ragazzi che abbiano compiuto 16 anni nei periodi estivi sarà possibile accedere a dei piccoli tirocini che andranno da un minimo di 14 giorni ad un massimo di 3 mesi.

Tutele che cercano di avvicinare il mondo del lavoro alla scuola e ai ragazzi, ma che potrebbero avere un effetto diverso sa quello sperato. Difatti il compenso di 800€ potrebbe spingere le aziende a pagare i ragazzi in nero o peggio ancora si potrebbe avere un blocco degli stage e dei tirocini.