Autore: Rosaria Imparato

Comune di Roma - Violenza - Insegnanti

17
Gen

Roma, arrestato professore del liceo Massimo per abusi su minore

Il docente di Lettere, 53 anni, ha abusato di un’alunna di 15 anni per due mesi. Arrestato, ha confermato i racconti della ragazza. Ora è al Regina Coeli.

Gli abusi sulla quindicenne sono andati avanti per due mesi. Il professore di Lettere, D.A.M., è stato arrestato in seguito alla denuncia dei genitori della ragazza.
D.A.M. insegna alle scuole medie, ma si occupa anche di dare ripetizioni ai ragazzi delle scuole superiori.

Proprio così la vittima lo ha conosciuto: i genitori si erano rivolti a lui per migliorare il rendimento in latino della 15enne.
Il professore ha una compagna e un figlio più grande della ragazzina di cui abusava.

La ricostruzione dei fatti

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, i genitori sono stati svegliati di notte dal rumore di una notifica del cellulare della figlia. Insospettiti dall’orario, hanno deciso di controllare.

Sullo smartphone della ragazza c’era un messaggio da parte del professore, con un tono molto diverso da quello che ci si aspetterebbe tra maestro e discepola: “Ciao amore, che stai facendo?”.

I genitori erano preoccupati da tempo per la ragazza, perché erano ormai settimane che il suo comportamento era cambiato, sembrava sempre nervosa, turbata, scoppiava a piangere all’improvviso.

Allarmati da questo messaggio, i genitori hanno svegliato la figlia, e sono riusciti a convincerla a parlare.

Le violenze avvenivano nell’aula dove il professore faceva ripetizioni, diversa da quella in cui di solito la studentessa seguiva le lezioni.

Il racconto agli inquirenti

Tutto è iniziato, racconta la 15enne agli inquirenti, con la presenza di una psicologa in quanto ascoltata in modalità protetta, a ottobre, con dei complimenti sul suo aspetto fisico, poi carezze e palpatine, fino ad arrivare a un rapporto orale.

Sequestrati il telefono e il computer del docente, sono emerse dai tabulati conversazioni telefoniche della durata di decine di minuti, lunghe conversazioni via chat, vari scambi di immagini osé e file audio.

Le indagini hanno confermato il racconto della ragazza, formalizzando così l’accusa di atti sessuali con minore per cui il docente è stato arrestato e condotto al carcere Regina Coeli.

Rimane da chiarire se si tratti di un caso isolato o se ci siano altre studentesse coinvolte.

L’Istituto Massimo, la cui sede è nel quartiere Eur, è tra i più antichi della capitale. Tra i suoi studenti più illustri ci sono ben quattro ex sindaci di Roma (Glauco Della Porta, Amerigo Petrucci, Stefano Rebecchini e Francesco Rutelli), Mario Draghi, Luca Cordero di Montezemolo, Giancarlo Magalli, Carolina Crescentini.

Tramite il suo sito web, l’Istituto Massimo ha annunciato che, in quanto parte offesa, in un eventuale processo penale si costituirà parte civile.

Non è la prima volta che la Roma bene viene scioccata da storie di abusi: un professore del liceo Tasso rischia il processo per molestie dopo essere stato accusato da tre alunne.