Autore: Chiara Ridolfi

Pensione - Governo - Pier Carlo Padoan - Legge

9
Ott

Pensioni novità: rinvio aumento età pensionabile possibile. Il regalo delle elezioni

Le novità per le pensioni questa volta sembrano essere incoraggianti, dato che l’aumento dell’età pensionabile potrebbe essere rimandato.

Le notizie sulle pensioni continuano a susseguirsi di giorno in giorno e ancora al centro delle discussioni vi è l’aumento dell’età pensionabile. Le elezioni però in questo caso potrebbero aiutare a rimandare ancora l’aumento dell’età pensionabile, dato che il Governo non sembra al momento interessato ad una mossa di questo tipo.

La proposta del governo sembra infatti quella di rinviare a dopo le elezioni di primavera la questione, in modo da lavarsi le mani della questione. Una decisione che non piace per nulla a Padoan, in disaccordo con quasi tutte le forze in campo.
La scomoda decisione potrebbe quindi essere rimandata a dopo le urne, così da non perdere voti preziosi. Ecco quale sarebbe la soluzione per rinviare a data da destinarsi l’aumento dell’età pensionabile.

Pensioni ultime news: scongiurato l’aumento dell’età pensionabile?

L’adeguamento dell’età pensionabile è ormai una delle notizie centrali in tema di pensioni negli ultimi mesi. I sindacati continuano a chiedere di bloccare l’età dell’uscita dal lavoro, mentre il Governo spiega che non è possibile una mossa di questo tipo.
Le coperture finanziarie necessarie sono infatti impossibili da reperire e la legge prevede l’adeguamento.

In base alla legislazione infatti nel momento in cui vi sia un aumento della speranza di vita si dovrà anche intervenire sull’età della pensione. Questo momento però non è dei migliori per aumentare l’età dell’uscita dal lavoro, date le imminenti elezioni.
I partiti in questo momento si cominciano a preparare e cercano di portare voti dalla propria parte.

La proposta al momento sembra quindi quella di rinviare il tutto dopo le elezioni, inserendo magari un emendamento nella Legge di Bilancio così da rendere legala la cosa.
Non tutti però sono favorevoli e il principale No arriva da Padoan, Ministro dell’Economia.

Padoan è infatti deciso a far scattare l’aumento dell’età pensionabile nella data stabilita: il 30 novembre. Il Ministro mette infatti in guardia dalle ripercussioni che tale scelta potrebbe avere, dato che peserebbe particolarmente sui conti italiani e sul deficit che Bruxelles continua a tenere sotto controllo.

Ma mentre Padoan ha dichiarato che lascerà la politica dopo questa legislatura, per gli altri esponenti del Governo la questione non sembra essere uguale. In questo momento nessuno vuole sporcarsi le mani, dato che le conseguenze potrebbero risentirsi all’apertura delle urne.