Autore: Sara Tamisari

Videogame - Computer - PlayStation - Xbox

23
Ott

Life is Strange: Before the Storm. Rachel Amber è viva. Teoria

In Life is Strange: Before the Storm si sono aperte tante domande, la più comune è: e se Rachel Amber rimanesse in vita? Sì, alla fine Rachel potrebbe essere viva, ecco la teoria.

Rachel Amber potrebbe essere viva alla fine di Life is Strange: Before the Storm, c’è una teoria che attesta come la morte di Rachel potrebbe in effetti non avvenire nel prequel di Life is Strange (nei due anni successivi si intende!), è una teoria apparentemente semplice, ma allo stesso tempo complessa sulla quale, se fosse vera, i creatori di Life is Strange: Before the Storm devono aver riflettuto a lungo.

Life is Strange: Before the Storm. Vi spieghiamo la teoria secondo la quale Rachel Amber sarebbe ancora viva

Questo articolo è assolutamente privo di spoiler!

Chiunque abbia giocato al primo Life is Strange, sa benissimo che è altamente improbabile che Rachel Amber possa essere ancora viva, questo perché Life is Strange: Before the Storm si colloca in uno spazio temporale antecedente al primo Life is Strange.

Un prequel per farla breve, racconta, cercando di sviscerare fino in fondo, la vita di Chloe prima del ritorno di Max. La storia è infatti ambientata due anni prima di Life is Strange e vede Chloe Price come protagonista assoluta delle avventure affiancata questa volta da Rachel Amber.

Rachel Amber, che finalmente compare in Life is Strange: Before the Storm, risulta subito essere un personaggio complesso, dinamico e con un carattere del tutto fuori dalla norma: all’apparenza una ragazza perfetta, tormentata però da fantasmi che neanche lei riesce a decifrare.

Dall’altro lato Chloe non solo sta passando quel periodo dell’adolescenza in cui niente è importante se non se stessi, ma sta ancora elaborando il lutto per la morte del padre, scomparso improvvisamente in un incidente automobilistico un paio di anni prima.
Chloe non riesce a superare il trauma di aver perso il papà e getta tutto il suo odio e la sua frustrazione sulla madre, sul nuovo compagno della madre e, in generale, su tutto ciò che la circonda.

Ma ci sono cose più importanti di questa nell’universo di Life is Strange, e la domanda che alcuni si sono posti, che è più una speranza che altro, è se Rachel Amber, alla fine di Before the Storm, possa essere ancora viva oppure no.

Leggi anche Life is Strange: Before the Storm. Come ottenere il cappello di Chloe. (VIDEO)

C’è in effetti una teoria che sembrerebbe assumere un senso più che valido alla fine dei conti, ed è complessa nella sua apparente semplicità: Rachel Amber è viva perché potremmo trovarci in un universo parallelo.

L’universo parallelo dove Rachel Amber è ancora viva

Non si tratta di complotti o scie chimiche, non è una teoria infondata, se DeckNine, la casa produttrice di Life is Strange: Before the Storm, ha voluto seguire un minimo il progetto originale del primo Life is Strange, non sarà di certo un segreto per tutti i fan ricordarsi che, all’interno di Life is Strange, gli universi paralleli esistono e sono un fatto concreto.

Come dimenticare l’ultimo episodio di Life is Strange, dove Max si ritrovava intrappolata in infiniti universi paralleli dai quali uscire sembrava quasi impossibile?

Ebbene, in Life is Strange: Before the Storm è sicuramente impossibile viaggiare nel tempo come accadeva nel primo gioco, ma questo non toglie che Chloe Price e Rachel Amber possano trovarsi in un universo parallelo diverso da quello iniziale del primo Life is Strange.

Non sembra una teoria azzardata dal momento in cui il gioco si è sempre prestato e mostrare paradossi temporali che hanno portato a tremende catastrofi.

Parliamoci chiaro, questa è una possibilità su dieci, ma ciò che spinge verso l’attuazione effettiva della teoria degli universi paralleli e quindi della possibilità che Rachel Amber sia ancora viva, è ciò che definisce più profondamente Life is Strange: la possibilità di scegliere.

La trama, la storia, le conseguenze, le azioni delle persone sono tutte, interamente, nelle mani dei giocatori, di coloro che comandano il personaggio principale, ovvero Chloe, sta a loro immedesimarsi al cento per cento in Chloe Price e fare in modo che la sua vita prenda una via oppure un’altra.

Allo stesso modo le scelte effettuate dal giocatore all’interno di Life is Strange: Before The Storm possono influenzare quell’universo parallelo nel quale Rachel Amber potrebbe essere ancora viva nei prossimi due anni all’interno del gioco.

Se le scelte definiscono il destino delle persone, le reazioni, le azioni e il loro prossimo futuro, perché le scelte di Chloe non potrebbero, in qualche modo, decidere se Rachel Amber resterà viva oppure no?

Dopotutto, lo ricordiamo ancora, Max, alla fine del primo Life is Strange, poteva scegliere se salvare Chloe oppure no. Certo, avrebbe dovuto salvarla sacrificando un’intera città, ma questo non significa che Chloe fosse veramente destinata a morire.
Da una parte, il messaggio del gioco è proprio quello di dire che le azioni hanno delle conseguenze e che non si può scappare, in nessun modo, al proprio destino. Ma dall’altra, il gioco comunica anche un’altra morale della favola: puoi sfuggire al destino, ma sei disposto a pagarne il prezzo?

Ecco, se Chloe fosse disposta a pagare un prezzo enorme, nel terzo e ultimo episodio di Life is Strange: Before the Storm, forse, nel futuro, Rachel Amber rimarrebbe viva e, in quel bellissimo universo parallelo che non ci è stato dato nel primo Life is Strange, le due ragazze potrebbero stare insieme, amarsi e vivere. Soprattutto vivere.