Autore: Vittoria Vecchio

Assunzioni - Banche - Incentivi assunzioni - Opportunità di lavoro - Benessere

7
Mar

Credem annuncia nuove assunzioni e possibilità di crescita con il progetto 2018

Entro il 2018 Credem attuerà il suo nuovo piano di assunzioni, coinvolgendo 250 persone di cui il 75% composto da giovani. Tanti i posti di lavoro che saranno creati per i tanti disoccupati italiani.

Nuove assunzioni in banca, la Credem ha annunciato un nuovo piano di assunzioni per 250 persone entro la fine del 2018, di cui il 75% sarà occupato da giovani.
Già nel 2017 l’istituto di credito emiliano ha assunto complessivamente 256 persone, di cui più del 70% erano giovani. Dal 2015, infatti, pare che il Gruppo abbia assunto più di 800 persone.

Per quanto riguarda le regioni coinvolte, si tratta prevalentemente di Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia. Le persone ricercate sono perlopiù diplomati e laureati in discipline economiche, scientifiche e giuridiche.
Tra le altre cose, i nuovi assunti avranno la possibilità di diventare gestori di clientela privata e small business, oltre quella di poter effettuare una crescita manageriale fino al raggiungimento della posizione di direttore di filiale.

La selezione verrà effettuata inizialmente tramite videochiamata e successivamente con una giornata di colloquio di gruppo. Lo scopo principale di tali colloqui sarà quello di valutare le attitudini dei candidati e le loro aspettative, le motivazioni e sopratutto la coerenza di questi elementi con i valori aziendali.

Ciò che verrà maggiormente premiato saranno sopratutto gli aspetti comportamentali e le conoscenze relative alla lingua inglese, al mondo digitale e ai pacchetti office, coerentemente con gli standard di innovazione tecnologica dell’istituto.

A seguito dell’assunzione, ogni lavoratore verrà coinvolto in un progetto di on-boarding con comunicazioni e formazione personalizzate, oltre all’affiancamento iniziale da parte di un esperto del settore.

Stefano Pilastri, il direttore del personale di Credem, ha dichiarato che la banca considera da sempre le persone ed il loro benessere come la chiave per realizzare risultati di eccellenza.

“Stare bene, lavorare bene” pare sia il motto di questo nuovo progetto che vedrà un piano di assunzioni, iniziative di work-live balance e progetti dediti al sostegno del reddito con condizioni bancarie agevolate e convenzioni assicurative. Verrà fornito, inoltre, un supporto psicologico e si punterà alla valorizzazione del tempo livero.

Il progetto dedicato al benessere delle persone proposto dal Gruppo, nel corso degli anni è riuscito a proporsi come best practice a livello italiano per la ricchezza e la varietà delle iniziative, e per il terzo anno consecutivo ha ottenuto la certificazione Top Employer.