Autore: Federica Ponza

Band - Musica

19
Mag

Chris Cornell: come è morto il cantante dei Soundgarden e degli Audioslave

Chris Cornell, il cantante degli Audioslave e dei Soundgarden, è morto a 52 anni a Detroit, in Michigan. Arriva la conferma sulle cause della morte: si è trattato di suicidio.

Chris Cornell, il musicista americano famoso per essere stato il cantante degli Audioslave e dei Soundgarden, è morto a 52 anni a Detroit, in Michigan. La conferma della morte, che è stata definita “improvvisa e inaspettata”, era arrivata dal suo agente e nelle ultime ore sono state chiarite le cause.

Il medico legale, infatti, avrebbe confermato che Chris Cornell si è suicidato impiccandosi, un gesto inspiegabile secondo chi lo conosceva bene.

Il musicista è diventato famoso per essere stato il cantate dei Soundgarden, gruppo con cui iniziò la sua carriera.

Successivamente, insieme ad alcuni ex componenti dei Rage Against the Machine, formò il gruppo degli Audioslave, di cui è stato cantante solista.

In questi mesi, era impegnato in un tour proprio con i Soundgarden e si trovava a Detroit proprio per un concerto.

Chris Cornell: le cause della morte

Il cantante, dunque, è morto all’età di 52 anni nella serata di mercoledì ed è stato Brian Bumbery, agente del musicista, ad aver confermato la notizia ad Associated Press dicendo anche la morta è stata “improvvisa e inaspettata”.

Dopo un primo momento in cui nulla era trapelato sulla causa della morte, nella serata di ieri è arrivata la notizia secondo cui il medico legale ha confermato che si tratta di un suicidio per impiccagione.

TMZ, sito di notizie e gossip sul mondo dello spettacolo USA, scrive di aver parlaro con fonti vicine alla famiglia, le quali hanno riferito che la moglie avrebbe detto che “non era in nessun modo incline al suicidio” e che non vi erano nemmeno segnali riguardo a qualche possibile problema di depressione.

E l’incredulità serpeggia anche tra i molti fan del cantante e la notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, vista anche l’età del cantante.

Il suo corpo è stato ritrovato in bagno con un cappio intorno al collo e la conferma dell’accaduto arriva nuovamente dall’Associated Press.

A stupire è anche il fatto che nella sera del 17 maggio (la morte è avvenuta nella notte tra il 17 e il 18 maggio) Chris Cornell aveva tenuto un concerto con i Soundgarden al Fox Theater di Detroit - purtroppo il suo ultimo concerto -, mentre nel suo ultimo tweet il cantante scriveva «Detroit finally back to Rock City!!!».

Chi era Chris Cornell?

Chris Cornell, nome d’arte di Christopher John Boyle, è nato il 20 luglio 1964 a Seattle, nello stato di Washington.

Cornell ha avuto un’infanzia molto difficile, durante la quale ha anche sofferto di depressione a causa del divorzio dei genitori.

La sua carriera come musicista e cantante inizia con i Soundgarden fondati nel 1984 e che nel 1990 furono la prima band grunge della storia a firmare con un’etichetta major.

Chris Cornell e i Soundgarden sono stati tra i principali esponenti della scena grunge di Seattle, insieme ai Nirvana e (in parte) ai Pearl Jeam.

Il musicista era sposato con Vicky Karayiannis e aveva tre figli: Toni e Christopher Nicholas avuti con l’attuale moglie e Lillian Jean Cornell, avuta dalla prima moglie Susan Silver.

In molti hanno detto (a ragione) che con la sua morte finisce un’epoca dal punto di vista musicale e se ne va l’ultimo vero esponente della musica grunge anni ’90.

Durante l’ultimo concerto, i Soundgarden hanno suonato anche Black Hole Sun, probabilmente il loro brano più famoso. Di seguito il video della performance.