Autore: Rosaria Imparato

Stati Uniti - Incendio - Meteo

10
Gen

California meridionale devastata da un’alluvione

Il bilancio, ancora provvisorio, è di 13 morti e 25 feriti, migliaia gli sfollati. Dopo gli incendi di dicembre, la California è di nuovo in ginocchio per le piogge torrenziali.

La California meridionale non conosce pace: dopo gli incendi devastanti di dicembre, le forti piogge di ieri hanno fatto straripare un torrente che percorre la contea di Montecito, i cui abitanti non avevano ricevuto ordine di sfollamento, al contrario dei residenti delle contee di Santa Barbara e Ventura.

Queste due contee, infatti, sono state quelle maggiormente colpite dal Thomas Fire, l’incendio che a dicembre ha devastato per settimane 1100 chilometri quadrati e distrutto migliaia di abitazioni.

Valanga di fango travolge le contee di Montecito, Santa Barbara e Ventura

Un fiume di fango e detriti ha investito ad altissima velocità le strade della città, sradicando alberi e travolgendo case, automobili e tutto ciò che ha incontrato sul suo cammino, rendendo ancora più difficili i soccorsi. Drammatico il recupero di una ragazza di 14 anni, i vigili del fuoco sono riusciti a portarla in salvo dopo ore bloccata in una casa completamente distrutta.

Un vigile del fuoco ha raccontato al Los Angeles Times che il fango arrivava al livello della vita, il che ostacola il salvataggio di chi è rimasto intrappolato sotto le macerie.

Il bilancio provvisorio delle vittime e dei feriti

Finora le vittime accertate sono 13, purtroppo però il bilancio è destinato a salire. Anche se smettesse di piovere subito, il peso dei detriti trascinati dalle colline continua a costituire una minaccia. 25 le persone rimaste ferite. Ancora non si conosce con certezza il numero dei dispersi.

Fuoco e acqua devastano la California

A rendere più fragile l’assetto idrologico del territorio è stato proprio il lungo incendio di dicembre, che ha continuato a incendiare migliaia di acri per due settimane: la terra bruciata assorbe l’acqua più lentamente.
A causa dell’entità delle frane, le autorità hanno dovuto chiudere l’Highway 101 e alcuni tratti della Freeway 110.

La zona in cui la valanga di fango ha fatto più vittime è quella di Santa Barbara, riferisce lo sceriffo della contea Bill Brown. Si tratta di una delle zone più ricche e abitata da tante celebrità, come la conduttrice Ellen De Generes, che su Twitter ha postato un’immagine del suo quartiere distrutto dall’alluvione.