Autore: Chiara Ridolfi

Tasse - Tassazione

9
Mar

Aumentano le sigarette: dall’8 marzo nuovi rincari per i fumatori

Scatta l’aumento delle sigarette che a partire dall’8 marzo subiranno un nuovo rincaro per i fumatori italiani. Di seguito le variazioni dei prezzi e quale sarà l’aumento.

Aumentano le sigarette a partire dall’8 marzo con rincari che vanno da un minimo di 5 centesimi ad un massimo di 50 centesimi, portando ancora una crescita sul costo del tabacco. Brutte notizie quindi per i fumatori che dovranno adattarsi e dovranno fare i conti con spese sempre più alte.
La decisione è stata presa solo martedì 6 marzo, quando un comunicato dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato ha chiarito che ci sarebbe stato un nuovo aumento sui pacchetti di sigarette.

L’aumento non riguarda tutte le marche di sigarette, ma solo quelle che vengono prodotte dal gruppo Philip Morris, che ha decretato un aumento delle marche da esso prodotte, che risultano anche le più vendute in Italia. Subiranno un rincaro quindi Chesterfield, Diana, L&M, Marboro, Merit, Muratti, Philip Morris e Virginia.
Il rincaro sarà di un massimo di 20 centesimi a pacchetto, comportando quindi un rincaro di 1 centesimo a sigaretta; per conoscere l’importo preciso si potrà leggere la tabella sottostante:

Tante le critiche che si sono levate da parte dei consumatori che mettono in luce come si debba sempre sopportare un nuovo rincaro e come i fumatori siano sempre più tassati. I rincari che vengono effettuati dallo Stato puntano a far smettere di fumare le persone, cercando di far leva su uno degli elementi che più gli stanno a cuore: i soldi.
Cercando di aumentare sempre più il costo delle sigarette infatti si cerca anche di invogliare le persone a smettere di fumare e a rimettersi in forma.

In questo caso però l’aumento è stato deciso dalla casa di produzione e imporrà un aumento esclusivamente su i prodotti targati Philip Morris. Brutte sorprese sono quindi dietro l’angolo per i fumatori che si troveranno a dover fare i conti con un vero e proprio rincaro una volta arrivati alla cassa.